Eng3 NanoVi;

nanovi_device

ENG3 NanoVi™

Il corpo umano è una macchina perfetta, in grado di bilanciare autonomamente danni e riparazioni. Tuttavia, col passare del tempo (e come succede a qualsiasi macchina), le performance diminuiscono. Da diversi decenni, gli scienziati studiano i motivi e le modalità con cui questo processo avviene e le risposte più interessanti si trovano nella biologia cellulare.
Prima di tutto, per controbilanciare lo stress ossidativo al quale le cellule sono sottoposte col passare del tempo, è necessaria una risposta ossidativa. Il metabolismo dell’ossigeno produce, infatti, come dimostrato già cinquant’anni fa, le ROS (Specie Reattive dell’Ossigeno), che sono un sottoprodotto naturale, e quindi inevitabile, del processo. Ma queste ROS sono proprio la causa dello stress ossidativo: insomma, in breve, danneggiano le cellule, pur essendo da loro prodotte. Forse, le conoscete meglio come radicali liberi, perché questo è il nome che prendono quando danneggiano componenti importanti delle cellule, come le proteine.

 Circa trent’anni fa, si è scoperto che un corpo in buone condizioni genera autonomamente una risposta ossidativa, in grado di contrastare i radicali liberi, attraverso le proteine. Solo per fare un esempio: nell’arco della giornata, una cellula di DNA viene attaccata e riparata in autonomia almeno 500mila volte.
Ma arriviamo quasi ai giorni nostri: circa dieci anni fa, gli studi hanno dimostrato che la risposta ossidativa è scatenata dalle ROS stesse. Le ROS sono quindi messaggeri secondari, che, in qualche modo, avvertono della riparazione in atto, perché i segnali che inviano al corpo alla fine della loro vita sono quelli che attivano il processo di risposta. Il segnale lanciato viaggia attraverso l’ossigeno e arriva alle proteine ricettrici.
La tecnologia dei dispositivi NanoVi ENG3 è nata proprio in risposta a queste scoperte e la sua funzione è quella di assistere i naturali processi biologici del corpo, per rispondere allo stress ossidativo, migliorando l’attività e la salute delle cellule (e quindi del corpo).
Il procedimento avviene senza l’impiego di alcun farmaco, ma con la creazione, attraverso un noto processo fisico, di un segnale bio-identico (cioè identico a quello prodotto dal corpo stesso), che stimola la risposta ossidativa.

ENG3 NanoVi™

Assiste i naturali processi biologici del corpo, per rispondere allo stress ossidativo,
migliorando l’attività e la salute delle cellule.

Tutto comincia con la prevenzione

La maggior parte delle malattie (tra cui quelle croniche, in continuo aumento), così come l’invecchiamento, si confrontano con una diminuita attività cellulare e con un maggiore stress ossidativo. In questi casi, incrementare l’attività cellulare diventa ancora più importante, con lo scopo di migliorare la qualità della vita.
I dispositivi ENG NanoVi™ sono utili anche prima del manifestarsi di qualsiasi malattia, perché possono:

Permettere al corpo di utilizzare meglio ossigeno e sostanze nutritive

Produrre maggiore energia cellulare

Migliorare il metabolismo delle cellule

Rigenerare più in fretta i danni cellulari

Proteggere contro i radicali liberi

Offrire un sistema immunitario più efficiente

Performance sportive

Gli sportivi (professionisti e non) cercano sempre di superare i propri limiti, ma i veri sportivi lo fanno solo in maniera leale e con l’aiuto della natura. I dispositivi ENG NanoVi™ ottimizzano le prestazioni fisiche in maniera naturale, per risultati che non si fanno attendere, perché:

La ripresa dallo sforzo diventa più rapida

La concentrazione ed i riflessi migliorano

Il sistema immunitario diventa più forte, anche dopo un allenamento intenso

La percentuale di sostanze nutritive sfruttate si incrementa

I test condotti sulla tecnologia NanoVi™ hanno dato risultati eccezionali, dimostrando che il suo utilizzo riduce la formazione di acido lattico nel sangue, aumenta la produzione di ATP, migliora il consumo dell’ossigeno, rallenta la frequenza cardiaca a riposo e aiuta il suo recupero dopo lo sforzo.

Benessere per gli anni che passano

L’invecchiamento comincia molto prima di quanto crediamo, cioè a 25 anni!

A 30 anni la capacità delle cellule di metabolizzare ossigeno è già diminuita e continua a farlo per il resto della vita, cosicché a 40 anni ci si sente meno energici e a 50 tutti cercano un modo per fermare il tempo…

Naturalmente, non è possibile smettere di invecchiare, ma è auspicabile farlo nel pieno benessere, rallentando il più possibile i processi di decadimento cellulare.

I dispositivi ENG NanoVi™ influenzano positivamente l’attività cellulare, stimolandola con benefici quali la disintossicazione, la rigenerazione, il rafforzamento del sistema immunitario.

Tutto questo porta a una maggiore vitalità, a una più veloce rigenerazione cellulare, a un aspetto della pelle più luminoso e, in definitiva, a una qualità della vita migliorata.

Perché oggi non è più necessario arrendersi passivamente al tempo che passa!

plusdna22_logo_120